Home / Cosa facciamo / Progetti speciali

Progetto collettivo a finalità ambientale, prati ricchi di specie

Programma di Sviluppo Rurale 2014-2020 - Misura 16 - operazione 16.5.1, 2017 - progetti collettivi a finalità ambientale

Descrizione dell'operazione:
Il progetto territoriale collettivo, ovvero l'insieme di azioni e di intenti che verranno identificati e saranno poi sottoscritti dagli attori coinvolti sul territorio, si pone come obiettivo la conservazione, la salvaguardia e la valorizzazione di alcuni habitat:

  • le formazioni erbose secche seminaturali e facies comperte da cespugli su substrato calcareo con fioritura orchidee;
  • le praterie magre da fieno a bassa altitudine con Alopecurus pratensis, Sanguisorba officinalis;
  • le praterie montane da fieno con Trisetum flavescens.

Il Parco si è fatto carico di portare a compimento la fase A di redazione del progetto territoriale collettivo, che si trova in questo momento al suo avvio. Tale progetto consisterà nell'impegno del cittadino e delle associazioni al ripristino e mantenimento di zone d'interesse floristico comunitario; si tratta aree soggette ad abbandono, le quali necessitano di interventi al fine di ristabilendo la loro valenza ecologica e naturalistica originaria, restituendo pregio all'habitat.

Finalità dell'operazione:
Sensibilizzzione del territorio ai temi della sostenibilità ambientale, arrivando alla stesura di un progetto collettivo a finalità ambientale per il Parco. L'obbiettivo è il recupero di ambienti di grande interesse floristico e vegetazionale e il mantenimento degli stessi affinché aree di pregio mantengano le loro caratteristiche ecologiche.

Sostegno finanziario:
La spesa complessiva per la redazione del progetto collettivo (Fase A dell'Operazione 16.5.1) è di euro 21.50,00, d cui 19.700,00 finanziati grazie all'operazione 16.5.1 del PSR.

PDF Clicca qui per visualizzare l'opuscolo informativo!

Per maggiori informazioni sulle opportunità di finanziamento, visita il sito del PSR e della Commissione europea dedicato al FEASR


Operai durante lo sfalcio e recupero zona umida della  Lovata
Operai durante lo sfalcio e recupero zona umida della Lovata
(foto di A. Bertolli)
Manzano
Manzano
(foto di Giulia Tomasi)
Intervento Talpina (Cc. Mori). 10.07.2014
Intervento Talpina (Cc. Mori). 10.07.2014
(foto di Parco Locale del Monte Baldo - Manuela)
Condividi su